Eventi in piazza: Caccia al tesoro nel Borgo medievale

Aggiornamento: 26 mar


19 Marzo 2022, Festa del papà: che dire, raccontare questa giornata è tostissima..! Per la quantità di emozioni, per la ricchezza umana che ci ha circondato, per la bellezza del mondo che ancora c'è e si può vedere brillare a partire da quelle che all'inizio sembrano piccole cose. Iniziamo a raccontarvi non dal sabato, ma da un po' prima, perché qui l'antefatto è un tutt'uno con il racconto. Da circa 3 settimane prima del 19 ci siamo attivate per fare quella che avrebbe dovuto essere una piccola attività per bambini. Iniziano così i contatti con i commercianti, il Comune di Campo Ligure, il Museo della Filigrana, l'associazione amici del Castello di Campo Ligure: telefonate, videochiamate, messaggi, mail. A livello teorico tutto organizzato, intanto passa il tempo e... Siamo a 10 giorni dall'evento, vanno preparati i materiali! Locandine, post sui social, ma sopratutto: le mappe del tesoro, gli indizi, lo scrigno e... il tesoro ovviamente!! I giorni scivolano via come acqua tra le mani, ogni dettaglio sembra vada rifinito ogni momento, man mano che il tempo passa ci rendiamo conto di quanto teniamo a questo evento: non solo perché per il nostro settore professionale questo è un momento particolare, ma perché per noi Campo Ligure ha un significato in più, personale e di squadra (ma entreremo nel merito di questo nel prologo finale, se vorrete leggere e comprendere più a fondo per noi cosa ha significato). Bon... Ecco... L'antefatto in sintesi è questo: un lavorone nei giorni scorsi per quello che per noi è un borgo del cuore. Tanto per tornare un po' più "smart" come si usa oggi, vi raccontiamo invece la giornata: già dalle 15 le prime squadre di grandi e piccoli ci hanno raggiunto in piazza MA solo allo scoccare PRECISO della campana della Maddalena abbiamo aperto le iscrizioni, che si sono protratte fino alle 15:58. Ore 16 PRECISE : Sempre allo scoccare preciso delle campane del paese inizia il gioco. O meglio: ringraziamenti, raccomandazioni istruzioni. Poi il fatidico: "3, 2, 1... Via!!!" Ed ecco 25 squadre, adulti e bambini, lanciati in un'avventura per il borgo, dal sapore in po' medievale, un po' attuale. Gli indizi hanno portato i partecipanti a toccare non solo diversi esercizi commerciali, ma anche vari punti d'interesse storico e culturale: il museo, il ponte, il Giardino di Tugnin e infine il meraviglioso castello, elemento distintivo di Campo Ligure, dove ad attendere i partecipanti c'era la golosa merenda organizzata da "Fresco". Verso le 5 il freddo di Marzo si è fatto sentire, così ai bambini non è rimasto che unire l'ultimo indizio, per vincere tutti insieme il tesoro! In questo caso offerto da Unipol Sai di Campo Ligure. Un pomeriggio ricco: di sorrisi, di voglia di tornare a sentire le risate di bambini per le vie del paese, di serenità, quella stessa che, insieme a un po' di sana spensieratezza, mancava ai più piccoli da troppo tempo: vederli aprire di nuovo le ali dell'allegria è stato il risultato più appagante, per tutti. Non da ultimo un "cheers" con una buona birra tra di noi, con quella meravigliosa sensazione di stanchezza e soddisfazione per una giornata che è andata come doveva andare, ripagando tutto l'impegno messo per questo pomeriggio, nato come una novità e conclusosi con la voglia da parte di tutti di ripetere un'esperienza di gioco, avventura e buon umore per grandi e piccoli, campesi e non. E qui il prologo (per chi ancora ha la voglia di leggere): come già accennato all'inizio, per noi Campo ha davvero un significato in piu: per Serena significa lavorare in un paese dove è cresciuta nell'adolescenza, dove ha radicato le amicizie più profonde, dove ha conosciuto il mondo del volontariato in Croce Rossa. Per Chiara significa aver trovato il luogo dove passione, un'enorme passione per piante e fiori, e lavoro si sono incontrati, nella gestione del Giardino Botanico di Prato Rondanino. Per entrambe, Campo Ligure significa essersi conosciute nel 2021 grazie al progetto di turismo outdoor... e da lì aver fondato una squadra che sa di buono, fatta d'impegno, dedizione ed entusiasmo. Ecco, Campo Ligure è tutto questo per noi, e per una volta ci piace raccontarci e raccontarvi qualcosa in più: l'aspetto umano che sta dietro ad una professione, perché in questa giornata si sono coniugati con un equilibrio che ha regalato a tutti un bellissimo pomeriggio, che speriamo di ripetere presto tutti insieme. Ancora un sentito ringraziamento al Comune di Campo Ligure, a Unipol SAI, a Fresco, all'Ass. Amici del castello, a Four Seasons Natura e Cultura, al Museo della Filigrana e sopratutto ai commercianti del paese, che mettendosi in gioco hanno manifestato il loro storico attaccamento al borgo e la voglia di esserci nella loro identità, unica nel suo genere. Chiara e Serena


76 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti