Diario delle escursioni 2021 - escursione n. 2 Tra natura, storia e sapori locali


13/02/2021: la giornata più imprevedibile mai organizzata. Il rispetto delle norme viene sempre prima di tutto. Quando questo implica una riprogrammazione nel giro di 9 ore crea situazioni con svolte inaspettate, ma in mezzo alla natura sempre piacevoli!

Tradotto: per S. Valentino avevamo riprogrammato (per la terza volta? mah, ho perso il conto) la ciaspolata ad Alberola. Infattibile per ovvie ragioni normative, la Liguria torna arancione.

Ok, allora diciamo: "Bene, facciamola sabato", tutti d'accordo! Così questa mattina ore 9:15 la guida raggiunge il meeting point: Burian infuria e se la ride alla grande dei bollettini che riportano (ma proprio in quello stesso momento eh) "ore 9:00, sole con nubi sparse"........mah!

"Signori, si va a S. Pietro d'Olba". E così la meta cambia (tanto per tenere i ritmi dei cambiamenti repentini che ci circondano... Mi riferisco alla natura ovviamente, sapete com'è siamo a Febbraio, mese della dea Februa, mese di cambiamenti): arriviamo a S. Pietro e inizia la nostra avventura! Dal borgo le voci del passato echeggiano raccontandoci di storie lontane: visitiamo la chiesa, la piazza e poi partenza via sentiero. La salita iniziale chiede attenzione, sotto la neve la mulattiera a pietra ci mette alla prova, e noi la superiamo: sapete come? Andando sufficientemente piano per accorgerci dei piccoli doni che ci porge: i crochi che spuntano dalle pietre bucando lo strato di neve caduto nella notte: un bellissimo particolare inaspettato. Raggiungiamo la Montà dove, dalla terrazza naturale della cappella della Madonna della Guardia, leggiamo il territorio, tra tutela dell'ambiente e storia antica.

L'escursione prosegue poi nel bosco innevato sino a raggiungere le prime cascine abbandonate e non, che annunciano l'imminente ritorno al paese.

S. Pietro d'Olba è un paese con una bella storia da raccontare, così andiamo ancora a vedere il borgo della Ferriera, con i suoi edifici, il ponte, la cappellina che sorge sullo sperone di roccia che separa le arcate.

Storia e natura si sono conciliate per questa mattinata di outdoor ma ora... è tempo di passare ai sapori!

Ci spostiamo a Tiglieto presso l'Osteria la Crocetta, dove ad attenderci c'è una gestione giovane, locale e super professionale che non tarda a servirci polenta con salsiccia (o fonduta); non manca il dolce, ovviamente fatto in casa: torta cioccolato e pere.

Bellissima giornata trascorsa con il calore di un gruppo sorridente e coinvolto.

A proposito di calore... oggi siamo passati dai -8 °C di Alberola ai "caldissimi" -4°C a S. Pietro.

Insomma, non è di certo mancata nemmeno l'aria "fresca" di montagna!

94 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti