top of page

dom 21 apr

|

Genova

L'Alpesisa da San Martino di Struppa e il borgo di Canate

Domenica 21 Aprile andremo alla scoperta della selvaggia valle del Torrente Canate giungendo all’omonimo paese semi-abbandonato, risaliremo poi lo spartiacque principale raggiungendo la panoramicissima vetta del Monte Alpesisa dopo avere scavalcato il Monte Lago.

L'Alpesisa da San Martino di Struppa e il borgo di Canate
L'Alpesisa da San Martino di Struppa e il borgo di Canate

Orario & Sede

21 apr 2024, 09:00

Genova, Salita Costa e Poggio, 3, 16165 Genova GE, Italia

Info sull'evento

Domenica 21 Aprile andremo alla scoperta di una parte di Genova davvero selvaggia e inaspettata, nonostante la relativa vicinanza alla città. 

Una valle che porta i segni del cambiamento dei tempi, il susseguirsi delle varie epoche che hanno trasformato Genova e il suo più immediato entroterra.

Il nostro percorso ad anello parte dalla chiesa di San Martino di Struppa, raggiungibile con l'autobus amt 479 da Molassana. Oppure con mezzi privati, da tenere conto che il parcheggio nella zona è molto limitato. Procederemo quindi verso nord fino a raggiungere Borgano e la fine della strada carrabile. Al bivio prendiamo la strada a destra (segnavia cerchio rosso barrato) indicazione verso Canate. Inoltrandosi subito in un fitto bosco, tra lecci, roverelle e castagni, sono evidenti tracce di fasce coltivate e muretti a secco, ormai completamente invasi dal bosco raggiungeremo quindi un gruppo di ruderi denominato Case Tigui. Proseguiremo sempre all'ombra e al fresco superando tre bei guadi (provvisti di ponte) con l'acqua che scivola lungo i calcari del gruppo del monte Antola e, dopo circa 5km dalla partenza raggiungeremo il bellissimo borgo fantasma di Canate di Marsiglia 524mt slm.

Il paese si trova su un piccolo terrazzo esposto a sud, raggiungibile solo con ardite mulattiere, è stato a lungo abbandonato (oggi conta ben un abitante, e vi prosperano oche e galline!); il suo isolamento ha fatto sì che fosse utilizzato come rifugio dai partigiani durante la Seconda Guerra Mondiale, come testimonia una lapide posta in loco.

Da qui in poi il sentiero diventa decisamente impegnativo, con un forte dislivello che ci porterà fino alla Colla Est di Monte Lago 845mt

Una volta arrivati in cima proseguiremo verso ovest fino a raggiungere la vetta del Monte Lago 942mt. Guardando a nord la vista spazierà lungo tutto l'arco appenninico alle spalle di Genova e poco sotto, scorgeremo la figura del Lago di Val Noci. Qui proseguendo, dopo una rapida salita in un ambiente prativo, il monte Alpesisa 984mt dove pranzeremo. Dopo aver scritto sul libro di vetta torneremo verso San Martino, passando per Monte Piano di Croce 776mt e dopo circa 2km arriveremo al piazzale di San Martino di Struppa dove chiuderemo il nostro anello.

Il percorso si svolge su sentieri scoscesi e mulattiere ormai abbandonate , l’escursione è adatta solo a chi ha già un buon allenamento ed è abituato a camminare in montagna su asperità e dislivelli importanti.

DETTAGLI

DATI TECNICI E LOGISTICI:

Ritrovo: ore 08:45 nel piazzale di fronte alla chiesa di San Martino di Struppa, Genova (GE)

Partenza dell’escursione: ore 9:00

• Distanza: 12 Km circa

• Dislivello +/- 1000mt d+

• Durata: giornata intera

• Difficoltà: EE - escursione impegnativa per escursionisti esperti

Iscrizione: l’iscrizione è obbligatoria entro le ore 17:00 di Sabato 20/04/2024.

Numero massimo di partecipanti: 15 persone

Quota di partecipazione:

• 15 € adulti

•  9 € ragazzi 7 - 14 anni

• Gratis da 0 a 6 anni

La quota comprende:

• Accompagnamento con Guida Escursionistica abilitata e associata AIGAE.

La quota non comprende:

• Trasferimenti

• Tutto quello che non è specificato alla voce "la quota comprende"

Equipaggiamento necessario:

• Scarpe o scarponcini da trekking (meglio alti alla caviglia e con suola scolpita tipo vibram), abbigliamento tecnico comodo traspirante a strati, giacca a vento, cappello o bandana, scorta d’acqua (almeno 2 litri), bastoncini (solo se già abiituati ad usarli).

• Pranzo al sacco

Informazioni ed iscrizioni: GAE Antonio Giaimo +39 328 3235773

Perché camminare con noi?

· perché ti rilasciamo una regolare ricevuta su ogni escursione, sulla quale paghiamo le dovute tasse;

· perché abbiamo una Assicurazione di Responsabilità Civile che copre tutte le responsabilità della guida.

· perché mettiamo cura e attenzione nell'organizzare e comunicare al meglio ogni esperienza che proponiamo.

· perché quando pensiamo a una nuova esperienza per voi, crediamo fortemente nel principio del turismo sostenibile, inteso come conoscenza non solo dei sentieri ma anche dei volti, dei mestieri e dei sapori che possono essere apprezzati.

· perché non diamo mai per scontati l'amore e il rispetto per la natura che ci accomuna e in ogni nostra esperienza troverete spunti per rendere la vostra quotidianità più sostenibile.

… e soprattutto, perché ti diverti!

Condividi questo evento

bottom of page